Il Nobile di Montepulciano Torciano frutto del miglior vigneto di Prugnolo, è corposo, complesso ed elegante. Profumi intensi e raffinati, con abbondanza di frutta matura e sentori di viola. Tannini fini e setosi e un finale lungo e ricco.

Il Vino Nobile di Montepulciano è un DOCG 100 % toscano ed uno dei vini più antichi d’Italia. Molto rigido il disciplinare che lo controlla. Le prime notizie di questo vino risalgono al 715. Nel 770 invece Montepulciano si ordinava con leggi proprie e regolamentava la vitivinicoltura che prosperava come ai nostri tempi. Nel primo Medioevo Montepulciano vive la sua attività vitivinicola più intensa.

Montepulciano

Territorio e produzione

Il Vino Nobile di Montepulciano è una produzione assolutamente d’elite. Viene ottenuto dalle uve coltivate esclusivamente nel Comune di Montepulciano, nel cuore delle colline senesi: esse si articolano armoniose tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, non superando i 580 metri di altezza sul livello del mare. La particolare conformazione del territorio e il microclima toscano, conferiscono a questo vino delle qualità organolettiche uniche. I vitigni utilizzati per produrre il Vino Nobile di Montepulciano, sono il Sangiovese, o meglio la sua versione toscana, ovvero il Prugnolo Gentile, e una piccola percentuale di Canaiolo Nero, che non supererà mai il 20 %del totale. A questi vitigni, si può inoltre aggiungere una piccola quantità di uve toscane coltivate sempre nella medesima zona di produzione. Questo pregiato e nobile vino, ha ottenuto la Denominazione di tutela nel lontano 1980 e può essere unicamente prodotto in una zona ristretta della Toscana.

Da non confondere, infatti, l’area geografica di Montepulciano con quella di Montalcino, territori profondamente differenti in termini pedoclimatici e denominazioni altrettanto diverse in termini di disciplinare. E’ proprio il territorio che può e deve fare la differenza, in quanto matrice identitaria unica e potente, capace di veicolare l’originalità del Vino Nobile di Montepulciano in ogni sua sfumatura.

Caratteristiche

Il colore che spicca nel bicchiere è un il brillante rosso rubino caratteristico, che vira nel rosso granato progressivamente all’invecchiamento del vino. Al naso il profumo di questo vino è elegante ed intenso e ricorda note di frutti rossi, prugne secche e non mancano le note floreali e di tabacco. Il bouquet è intenso e si percepiscono inoltre ciliegie, viole e note terrose. In bocca il Vino Nobile di Montepulciano è particolarmente equilibrato e ampio, dall’aroma persistente con sentori di legno che ricordano il suo affinamento in botte.

 

Note di Degustazione del Wine Maker Pierluigi Giachi, Tenuta Torciano

Il Nobile di Montepulciano Torciano frutto del miglior vigneto di Prugnolo, è corposo, complesso ed elegante. Profumi intensi e raffinati, con abbondanza di frutta matura e sentori di viola. Tannini fini e setosi e un finale lungo e ricco.
Il Vino Nobile di Montepulciano Torciano presenta alcune note terziarie come frutta secca, prugna, e sentori di affumicato. Questa è un’espressione elegante e snella che offre molta tipicità del Sangiovese. La terra bagnata e il tabacco umido svolgono un ruolo importante, dal punto di vista aromatico.

Il risultato è il nostro Vino Nobile di Montepulciano, strutturato, longevo con aromi intensi che rappresentano fedelmente le sue origini toscane e l’antico legame tra terra, uomo e cultura.
Miscela: 85% di Prugnolo Gentile, 15% di Colorino, Canaiolo e Merlot

LEGGI DI PIU’: https://www.torciano.com/it/

Abbinamenti

Un vino di questo tipo, dalla alta gradazione alcolica e così corposo ed elegante si sposa divinamente con piatti altrettanto corposi e strutturati. Questo vino si abbina benissimo con carni rosse, cinghiale e selvaggina e primi piatti con sughi di carne in genere e ragù. LEGGI ORA LA RICETTA DELLA NOSTRA “LASAGNA DELLA MAMMA”. E’ inoltre perfetto l’abbinamento con grigliate di carne, spezzatino, agnello o filetto ai funghi. Eccezionale l’abbinamento con formaggi saporiti e dolci speziati.

RICETTE TORCIANO: https://www.torciano.com/it/ricette/

 

lasagna al ragù

Tags: